La sera, pizzeria, pizzoleria e ristorante

Il venerdì, sabato e domenica, Villa Demetra è aperta anche pizzeria e pizzoleria. 

Forno a legna, lievitazione lunga, ingredienti del territorio sono le nostre linee guida.  Oltre alla pizza classica, potete venire a gustare il pizzolo, (u pizzòlu), una specialità tipica proprio della provincia di Siracusa, che consiste in una pizza tonda di circa 30 cm di diametro, superficialmente condita con olio, origano e formaggio, farcita con vari ingredienti, salati (in tal caso il ripieno sarà a base di salumi, verdure, formaggi, carne, accuratamente selezionati) o dolci (come crema al cioccolato o ricotta e miele). Il sabato, menù di degustazione pizze, con antipasto e dolce euro 22 (opzionale)

Un aspetto per noi importante nella pizza, oltre che la qualità degli ingredienti, è la giusta maturazione e lievitazione. ed è qui che entra in gioco la nostra bravura. È proprio attraverso il lievito di birra, da noi usato, che compie il suo lavoro producendo nell’impasto anidride carbonica e gas nobili, da qui, la lievitazione, cioè il raddoppio del volume che avviene nell’impasto rendendo la pizza soffice, morbida e molto digeribile.

L’impasto, previamente fatto lievitare in monoporzioni, viene steso in forma di disco, variamente condito e cotto a contatto del piano rovente del forno rigorosamente a legna. Villa Demetra effettua il take away. 

La pizza ha una storia lunga, complessa e incerta. Le prime attestazioni scritte della parola “pizza” risalgono al latino. Già comunque nell’antichità focacce schiacciate, lievitate e non, erano diffuse presso gli Egizi, i Greci e i Romani.

La pizza è un prodotto gastronomico che ha per base un impasto di acqua, farina di frumento, e lievito, che dopo una lievitazione di almeno ventiquattr’ore viene lavorato fino a ottenere una forma piatta, cotto al forno e variamente condito.

 

In Italia esiste un disegno di legge per salvaguardare la pizza tradizionale italiana, specificando gli ingredienti ammessi e modalità del trattamento (ad esempio, escluse le pizze surgelate). Solo la pizza che ha seguito queste linee guida si potrà chiamare “pizza italiana tradizionale”.

In Sicilia vi sono diverse varianti collegate alla tradizione culinaria rurale che si differenziano anche molto dalla pizza vera e propria.